Incontra Dian

Posted October 06

Giorno: 27

Distanza percorsa: 4.549 km

Soggetti ritrovati: 10

Il tempo stringe.

Io e Moreno abbiamo trascorso 54 delle ultime 65 ore sugli autobus, sballottati attraverso la giungla di Sumatra, dove la maggior perte delle strade non merita questo nome. Abbiamo sfidato le lancette dell'orologio i nostri visti in scadenza per arrivare qui, nella cità purtuale di Dumai. Domattina salperemo per la Malesia.

Ieri, durante quella pausa di undici ore fuori dai bus, abbiamo ritrovato il nostro decimo soggetto, con una piccola piacevole sorpresa.


Il nostro viaggio ci ha portati a Padang, città sulla costa occidentale di Sumatra, dove nel 2008 ho fotografato questo ragazzino. Nel 2009 Padang E stata distrutta da un terremoto di magnitudo 7.9 della scala Richter, con oltre un migliaio di morti in tutta l'area. Mio fratello Nick in quell'occasione era tornato per aiutare le persone colpite dal disastro, e ancora oggi molti edifici portano le cicatrici della tragedia.

Avevo già notato che i nostri primi 17 soggetti casualmente erano tutti maschi. Beh, io e Moreno siamo andati alla ricerca di questo bambino e, sorpresa!, abbiamo trovato una bambina.


Si chiama Dian, ha 9 anni ed è la quarta di cinque figli. Sua madre gestisce una delle decine di piccoli chioschi che vendono cibi e bevande sopra la spiaggia di Padang, do ho scattato la prima fotografia. Il padre di Dian lavora a molte ore di distanza e rientra dalla famiglia ogni due settimane circa, ossia ogni volta che ha abbastanza soldi per permettersi il viaggio in autobus.

Dian ricorda ancora il giorno del terremoto. Sua madre era andata istericamente a rimestare fra le macerie del bazar cittadino per cercarla, senza rendersi conto che Dian fortunatamente era rimasta lì sulla spiaggia. Un giorno spera che possa diventare un medico.


Dian porta sempre i capelli corti, ha gli stessi occhi belli e ama ancora la macchina fotografica. Abbiamo ritrovato in tutto 10 sogetti in Indonesia, molto più di quanto ci aspettassimo, con un bel numero tondo per chiudere il nostro primo mese on the road.

Dian è il più lontano dei nostri soggetti, a oltre mille chilometri dal precedente e a più di mille dal prossimo. Domani attraverseremo lo stretto fino alla terra ferma e inizieremo il percorso verso nord, nel cuore del Sud-Est asiatico.

Condividi questa pagina e fai sapere in giro cosa stiamo facendo!

Share on Facebook
Iscriviti

Jellybaby