Incontra Yinn Ae, Moun, Zin Moe e Cho Cho

Posted November 13

Giorno: 64

Distanza percorsa: 9.032 km

Soggetti ritrovati: 28

Quasi cinque anni fa, io e mio fratello siamo passati attraverso un villaggio Danu, una minoranza locale nello stato birmano chiamato Shan, nel quale si facevano i preparativi per un grande matrimonio buddista.


Il villaggio aveva appena duecento abitanti, ma ci si aspettava che gli invitati raggiungessero il migliaio di persone. Arrivarono da tutte le direzioni, e non si vedeva venire con loro una sola macchina fotografica.


Io mi sono offerto di documentare la cerimonia, cogliendo l’occasione per catturare ritratti dei promessi sposi e di molti invitati.

I nomi della sposa e dello sposo sono Yinn Ae e Moun, ed hanno rispettivamente 25 e 23 anni. Il loro era un matrimonio per amore e ha dato in frutto una bambina di tre anni: Mi That.

Yinn Ae è una donna bella e intelligente. Suo suocero adottivo fa la guida per i trekking locali, e nei tre anni fra la suola e il matrimonio Yinn Ae lo ha accompagnato nelle camminate come cuoca. Ora lavora in casa mentre Moun fa i trekking e cucina, unico in famiglia a non lavorare la terra. Anche se è strano essere la voce fuori dal coro, lavorare per i turisti è più facile e paga meglio.


Al matrimonio ho fotografato molti invitati, compresa la madre di Yinn Ae's e tre ragazzine che abbiamo poi scoperto essere sue parenti. Io e moreno abbiamo trascorso una notte a casa loro per comprendere meglio la struttura familiare.

Yinn Ae è la sesta di dieci figli, tutti maschi esclusa lei. Zin Moe è la sua sorella quattordicenne, frequenta la scuola secondaria a mezz’ora di cammino dal villaggio e sogna di diventare un medico.

Il ritratto di Zin Moe è stato vicino ad essere escluso dalla selezione finale, ma c’era una bellezza inconsueta nel suo volto che mi ha affascinato, ed è senz’altro diventata una bella giovane donna.


Cho Cho e Kanteyji sono due dei nipoti di Yinn Ae, rispettivamente di sei e diciassette anni.


Cho Cho appare in almeno quattro fotografie della collezione (più di qualsiasi altro mio soggetto e senza alcuna premeditazione). L’ho fotografata prima del tramonto il giorno del matrimonio e poi ancora durante la cerimonia (si era lavata e cambiata d’abito) senza nemmeno realizzare che fosse la stessa persona. Sono tornato al villaggio aspettandomi di trovare due bambine diverse, e lì ho scoperto che era sempre lei.

Tra le ragioni che mi rendevano così interessante Cho Cho come soggetto fotografico c’erano i suoi larghi occhi umidi, che ho scoperto essere dovuti ad una condizione cronica. Cho Cho è una bambina giocherellona e molto sveglia, e sbucava fuori dalla porta per fare una linguaccia o facce biffe mentre cenavano.

La sorella maggiore di Cho Cho, Kanteyji, non era al villaggio. Si è spostata in una città vicina per continuare gli studi. Anche la loro nonna (madre della sposa) si è trasferita in un paese vicino. La loro storia arriverà presto...


Share on Facebook
Iscriviti

Jellybaby