Incontra Soe Nge, Daw Ae e Oo Khin

Posted November 14

Giorno: 65

Distanza percorsa: 9.040 km

Soggetti ritrovati: 31


Nelle colline birmane dello Stato Shan, io e Moreno abbiamo continuato la ricerca degli ospiti di matrimonio di paese che ha avuto luogo quasi cinque anni fa, e abbiamo scoperto un collegamento inatteso fra altri tre dei miei soggetti.

Soe Nge ha ormai quattordici anni e va ancora a scuola. Per caso, ho fotografato due dei suoi nonni, uno da ciascuna parte della famiglia.


In tutta onestà, non mi aspettavo di trovare entrambi ancora in vita, e le mie previsioni si sono rivelate tristemente precise: mi sono sbagliato solo nell’indovinare quale dei due fosse sopravvissuto.

Daw Ae era incredibilmente debole quando l’ho fotografata. Nata agli inizi della Prima guerra mondiale e sopravvissuta alle occupazioni sia inglesi sia giapponesi, lei marcia ancora alla veneranda età di 95, un’età sorprendente per un’abitante di un villaggio così remoto, con cattive condizioni sanitarie e senza strutture mediche nelle vicinanze.

Non ci sono altri abitanti del villaggio vicini alla sua età, la più vicina ne ha ottanta e vive in un villaggio vicino. Daw Ae ha smesso di lavorare solo negli ultimi cinque anni, e ora trascorre le sue giornate riscaldandosi sotto il sole fuori dalla sua abitazione.

Daw Ae è un’affascinante anziana signora con la risata pronta e un sorriso sdentato. Quando le abbiamo chiesto dei cambiamenti politici e tecnologici che ha visto nella sua vita, li ha scrollati di dosso come fatti minori, cose periferiche. La vita nella quale è nata (la vita del villaggio rurale) scorre intorno a lei così come ha sempre fatto.


Il nonno di Sun Gye, Oo Khin, è scomparso due anni fa all’età di settant’anni, e ora giace sepolto in una tomba nascosta a diversi chilometri dal paese dove io e Moreno abbiamo parlato con la sua famiglia.

Quando l’ho fotografato al matrimonio, quasi cinque anni fa, Khin Oo sembrava in buona salute e di buon umore. Era però un fumatore regolare, e fino alla fine.

Ho fotografato Oo Khin mentre si circondava gli occhi con le dita. Aveva problemi di vista, ci ha detto la sua famiglia, e forse mi stava chiedendo di acquistare un paio di occhiali per lui, occhiali che non erano disponibili nel villaggio.

Per me era una fotografia divertente. È strano guardarla adesso, sapendo che Oo Khin stava chiedendo aiuto, con un messaggio perduto tra noi e interpretato con cinque anni di ritardo.


Share on Facebook
Iscriviti

Jellybaby